Reporting Guidelines and Quality of Research

Esistono le Linee Guida delle Linee Guida. Ci dicono come le Linee Guida devono essere prodotte e aggiornate. Il nostro Sistema Nazionale Linee Guida (SNLG) le ha emanate e pubblicate giá da tempo in un Manuale Metodologico che ben delinea i requisiti che devono avere le Linee Guida per essere riconosciute valide e quindi accolte dal Sistema Sanitario Nazionale. Qualunque Linea Guida di Linee Guida parte dal presupposto che qualunque processo metodologico, che deve essere trasparente e deve soddisfare dei criteri minimi indispensabili per portare a raccomandazioni finali, deve fondarsi sulla Medicina Basata sulle Evidenze o sulle Prove che riconosce la piramide famosa con all’apice metanalisi e revisioni sistematiche e poi giú man mano trials randomizzati controllati, studi di coorte, caso – controllo,  osservazionali, pre-clinici.

Esistono anche Linee Guida su come questi studi della piramide devono essere congegnati, strutturati, riportati, pubblicati, valutati e interpretati da chi pubblica e da chi applica gli stessi studi nella pratica clinica e nella produzione di linee guida. Una sorta di metodologia che fornisce check list, flow chart, parametri per poter appropriatamente allestire, interpretare e pubblicare reportistiche di studi e ricerche. Sono queste le Reporting Guidelines che forniscono parametri e strumenti utili comuni a produttori di ricerche, scrittori e lettori,  writersreaders and consumers, per poter progettare, realizzare, apprezzare e soppesare correttamente qualunque studio in letteratura sia esso metanalitico, randomizzato, osservazionale e cosí via, in pratica qualunque tipo di ricerca.

In pratica queste Reporting Guidelines servono a consigliare e a raccomandare agli autori come organizzare, riportare e valutare metodi, aspetti e risultati di una ricerca da pubblicare a seconda della tipologia della ricerca stessa, ma allo stesso tempo a consigliare e a raccomandare a chi legge, a chi interpreta, a chi applica la ricerca stessa.

Nate a metá degli anni ’90, oggi si contano piú di 400 Reporting Guidelines pubblicate. Pochi giorni fa, il 7 aprile, JAMA Surgery ha pubblicato un editoriale interessante di Brooke et al dal titolo emblematico, Effective Use of Reporting Guidelines to Improve the Quality of Surgical Research che qui di seguito alleghiamo

JAMA 2021.

Nell’editoriale é fornito anche il link ad un network  tramite il quale é possibile accedere a Reporting Guidelines per principali tipologie di studi.

Il goal é migliorare la ricerca e l’applicazione dei risultati della ricerca in generale e in chirurgia in particolare. Un goal da ritenersi fondamentale. Sono aspetti questi che non possono essere ignorati da una comunitá scientifica come la nostra che si caratterizza e si caratterizzerá sempre piú per la capacitá di produrre e applicare ricerca in modo corretto e appropriato.

Leave A Comment

sedici − 16 =

Related Posts